Intervista di Cronache di Napoli – Michele Schiano

Consigliere, ieri il governatore De Luca ha scritto una lettera al premier sostenendo che in Campania se non arrivano i presidi sanitari si conteranno i morti. Eppure i numeri sono, fortunatamente, al momento contenuti. Oggi è arrivata la precisazione della Protezione civile che lo ‘sbugiarda’. Qual è la sua interpretazione dell’accaduto e quale la verità?

Delle due l’una: o mente la Protezione Civile regionale o mente De Luca. In Campania la situazione è drammatica, lo è nel resto del Paese. Serve serietà ed è l’invito che abbiamo rivolto alla Giunta regionale. Ho l’impressione che De Luca, in difficolta, cerchi un alibi, un colpevole. Noi cerchiamo, invece, soluzioni e risposte concrete. Abbiamo teso la mano al Governatore ma sulle cose da mettere in campo. Non sulla propaganda

Nelle stesse ore il centrodestra campano ha chiesto al governo l’invio di un commissario. Perché?

Siamo preoccupati, e da quello che dice lo è lo stesso De Luca. Serve un’azione di coordinamento maggiore e soprattutto è necessario concentrarsi su quanto va fatto. C’è troppa confusione. Ad oggi ci sono alcune priorità, più tamponi per curare e prevenire e più posti letto

Cosa non sta funzionando e quali sono le vostre maggiori preoccupazioni? Cosa si dovrebbe assolutamente fare che non si è fatto?

Bisogna aumentare, come ho detto, i posti letto. Servono più tamponi e garantire analisi. Io credo, mi sono confrontato con alcuni colleghi, che sia necessario realizzare una task force di medici ed infermieri, subito e da mandare nelle case, naturalmente con le dovute precauzioni. Si farebbe prevenzione e si eviterebbero, almeno in parte, alcuni ricoveri. Vanno stabilizzati i precari, il personale medico ed infermieristico, gli OSS e tutti gli altri, cosiddetti, somministratori della sanità. Vanno fatti contratti a nuovo personale. Le risorse ci sono. E’il momento di mettere in campo donne ed uomini ed andare nelle case, dai cittadini. Raccolgo, nelle telefonate e sui social, il grido di dolore di tante famiglie, preoccupazioni vere. Abbiamo abbondonato i campani, è indegno

Le misure del governo con lo stanziamento di decine di miliardi di euro non sembrano coprire tutte le categorie di lavoratori. Sul piano economico cosa va fatto per evitare, una volta passata l’emergenza Covid19, un’emergenza sociale?

Serviranno, e bisogna metterli in cantiere adesso, misure economiche ad hoc. Il centrodestra campano ha chiesto di intervenire sulle tasse, Irap ed Irpef, sul sostegno al lavoro. Abbiamo indicato le risorse, nel bilancio regionale e nella riprogrammazione dei fondi europei. Come Fratelli d’Italia insistiamo per realizzare un piano che valorizzi le nostre eccellenze. Poi, sul piano nazionale, va rivisto questo ‘cura Italia’ che non cura nulla e che non garantisce risposte ai commercianti, agli artigiani, ai professionisti, al popolo delle partite Iva. Solo fumo.

Cosa pensa della posizione di Renzi che pur dicendosi dalla parte di Conte si riserva il diritto di criticare e propone una commissione d’inchiesta parlamentare dopo l’estate per appurare di chi sono le responsabilità per i tanti morti di Covid19

Questo gioco di chi fa maggioranza ed opposizione non è serio. Non mi piace Renzi e non mi appassiona De Luca quando attacca il suo governo. E’uno dei peggiori della storia repubblicana. Loro lo sostengono mentre Fratelli d’Italia è alla opposizione. Preferisco la serietà di Giorgia Meloni